Media streamer Android - Google Nexus Q

Pubblicato il da elektronichouse.com

 

Protagonisti della prima giornata del Google I/O 2012 sono stati il tablet Nexus 7 e l’aggiornamento software Android 4.1 Jelly Bean, ma c’è un terzo prodotto, chiamato Nexus Q, che si merita una particolare menzione.

Si tratta della risposta Google ad Apple TV. Non è un tablet o uno smartphone, ma un dispositivo home theater che permette di leggere e riprodurre musica, video e altri contenuti multimediali dal Google Play alla TV. Costa 299 dollari, non poco, ma permette di fare diverse cose.

nexus-q-2

La forma è quella di una sfera nera con diametro di 116 mm e 32 LED RBG attorno tutto il perimetro. Sul retro, integra una numero di porte compresa una micro HDMI, una micro USB, una Ethernet, una S/PDIF e l’uscita per gli altoparlanti (amplificatore interno da 25W). Google ha presentato anche una coppia di speakers da abbinare al Nexus Q.

Il cuore del dispositivo, è un processore TI OMAP 4460 dual core, accompagnato da 1GB di RAM, 16GB di memoria interna, WiFi N, Bluetooth e NFC. Sotto un video demo delle funzionalità di Nexus Q.


 

Il sistema operativo è Android 4.0. Con questo, Nexus Q riesce a leggere contenuti multimediali da Google Play (che, a proposito, ora è in grado di affittare/vendere anche film e serie TV in USA) e da YouTube. Lo streaming non avviene direttamente dal Nexus Q ma via internet, quindi non c’è bisogno di scaricare un contenuto prima di darlo in pasto al Nexus Q. Si può controllare con smartphone Android o tablet.

nexus-q-1

Stessa integrazione anche con ogni dispositivo Android WiFi appartenente alla rete di casa, compreso un eventuale media server low-cost con dentro terabyte di musica e film. Ci sono poi tutta una serie di funzionalità “social” che permettono di sfruttare e condividere contenuti con altri account Google. Ad esempio, un amico potrà farvi ascoltare un brano che ha nella sua libreria cloud Google Music o inserire nella vostra playlist un brano che ha nel suo smartphone Android.

nexus-q

Le spedizioni di Nexus Q partiranno da metà luglio per gli utenti americani, canadesi, inglesi e australiani che ne avranno prenotato uno. E’ un dispositivo che si rivolge poco al nostro mercato, ancora povero dei servizi on demand necessari per sfruttare a dovere hardware come questo, ma che in USA considerano un po’ caro per la categoria; sembra anche che sia vincolato all’uso con dispositivi Android e che non possa essere usato da solo. Personalmente lo trovo bellissimo; invidio che l’ha ricevuto in regalo all’evento Google I/O di oggi. Altri dettagli nella pagina ufficiale. 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post